La variazione di un'attività corrente è una delle possibilità nella gestione della propria impresa. 

A volte si opta per questa possibilità perché proprio non si riesce a rendere l'attività redditizia; a volte per cambiare ambito o luogo, per ampliarla o rilanciarla. 

In questa sezione puoi trovare informazioni sulle pratiche da adottare per segnalare al comune queste variazioni e eventi ad esse connessi come la vendita di liquidazione per svuotare i magazzini nell'imminenza di una trasformazione.

 

 

Chi contattare in Comune: Polizia municipale

 
Chiunque abbia, nei più vari ambiti, bisogno di un'occupazione di suolo pubblico* permanente o temporanea (di durata inferiore all'anno), deve farne domanda all'Amministrazione Comunale e pagare la tassa COSAP (canone occupazione spazi pubblici e aree pubbliche). 
Per l'occupazione temporanea non occorre denuncia, va semplicemente presentata l'attestazione dell'avvenuto versamento. 

La tassa è commisurata alla durata dell'occupazione, alla superficie occupata e all'importanza dell'area sulla quale insiste. 
La disdetta anticipata della concessione deve essere comunicata al Comune con 5 giorni di anticipo rispetto alle annualità successive a quella in corso. 

Riferimenti normativi: D. Lgs. 507/93 


Note: 
* nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque, nei beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune; in spazi soprastanti il suolo pubblico, con esclusione dei balconi, verande e simili infissi di carattere stabile, nonché le occupazioni sottostanti il medesimo suolo, comprese quelle poste in essere con condutture ed impianti di servizi pubblici gestiti in regime di concessione amministrativa; su tratti di aree private sulle quali risulta costituita nei modi e nei termini di legge, la servitù di pubblico passaggio. 


 

Chi contattare in ComunePolizia municipale


La pubblicità che si voglia realizzare sul territorio comunale, nell'osservanza di quanto prescritto da normativa nazionale, regolamenti comunali e delibere di giunta, è soggetta ad autorizzazione. 

Il proprietario di un fondo o il titolare di un'attività* che vogliano installare l'insegna pubblicitaria di un'attività produttiva, commerciale o di altro genere devono richiedere autorizzazione al Comune presentando domanda. 

Riferimenti normativiDecreto legislativo del 15/11/1993 n° 507, Decreto legge del 04/12/2001, Decreto del presidente del consiglio del 12/02/2001 

Note
* in questo caso deve essere allegata anche una autorizzazione del proprietario. In caso di società o associazioni, a presentare richiesta deve essere il legale rappresentante. 

Chi contattare in Comune:Area amministrativa


Riferimenti normativilegge 287/91 art.5 


Vedi anche (in altre sezioni)Occupazione suolo pubblico

Chi contattare in Comune: Ufficio5

Gli esercenti di attività di commercio e di intrattenimento determinano liberamente gli orari di apertura e chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio, nel rispetto dei limiti stabiliti e nell'ambito dei criteri che saranno determinati con apposita ordinanza sindacale.


Riferimenti normativi: legge regionale n.1/2007 "Testo Unico in materia di commercio" e successive modifiche

Chi contattare in ComunePolizia municipale

 
In coerenza con la normativa nazionale e regionale, il Comune regola le vendite che si svolgono al di fuori delle modalità e degli orari consueti: 

Fine stagione: i titolari degli esercizi commerciali possono indire vendite di fine stagione per esitare la merce soggetta a deprezzamento, ma esclusivamente nel periodo definito dal Comune. Occorre darne comunicazione al sindaco almeno 7 gg. prima dell'inizio della vendita di fine stagione indicando la data di inizio e la durata. 

Promozionali: per promuovere la vendita di uno, più o tutti i prodotti della gamma merceologica, applicando sconti o ribassi sul prezzo normale di vendita il titolare deve darne comunicazione spedendola, almeno 10 giorni prima della data di inizio, esclusivamente tramite Raccomandata postale al suddetto Ufficio del Comune. 

Saldi: offerta di prodotti stagionali o articoli di moda che devono essere venduti entro un breve lasso di tempo dalla fine della stagione pena il notevole deprezzamento. I periodi sono determinati dalle camere di commercio sentiti i comuni interessati. La comunicazione deve spedita esclusivamente tramite Raccomandata postale al protocollo generale del Comune, almeno 10 giorni prima della data di inizio. 


Norme di riferimentoD.LGS. n° 114 del 31/03/1998, L.R. 19/1999 

torna all'inizio del contenuto